E’ UN DISAGIO REALE, NON UN MODO DI DIRE!

0

Il «mal di primavera» è una sindrome ben riconosciuta dalla scienza che, in Italia, coinvolge circa 2 milioni di persone.

E’ causata dall’allungamento delle ore di luce e dal cambio delle temperature che inducono variazioni importanti a livello cerebrale e ormonale.

Ma non dobbiamo aspettare l’arrivo ufficiale segnato dal calendario per accorgercene. Le persone sensibili avvertono il disagio già qualche settimana prima: il percepibile allungamento del periodo di luce stimola il cervello e porta l’organismo a una sorta di ‘risveglio’ che lo rende più attivo.

In pratica, il sistema nervoso aumenta lo stato di vigilanza e di attenzione rispetto ai ritmi giorno-notte tipici della stagione fredda e le ghiandole endocrine producono variazioni ormonali che preparano al cambiamento. Se alle 17-18, in inverno, era buio e, da lì a poco, eravamo pronti per la cena e il relax, in primavera a quell’ora è piacevole stare all’aperto. Insomma, i nostri riti e le nostre abitudini inevitabilmente slittano in avanti e noi siamo molto più sollecitati e attivi. In questa situazione è normale sentirsi più stanchi o quanto meno scombussolati. Per superare l’impasse bisogna mettere in conto almeno due settimane di adattamento che comunque variano da persona a persona.

 

IL CAMBIO DELL’ORA È MENO PROBLEMATICO

Quando sembra che tutto sia passato e ci si abitua alle nuove condizioni di luce e di temperatura, ecco che arriva l’ora legale! I bioritmi, da un giorno all’altro, vengono nuovamente alterati, questa volta da qualcosa che non c’entra nulla con i processi della natura. In questo caso, però, l’organismo ‘assorbe’ lo shock in pochi giorni perché i meccanismi di adattamento sono ormai avviati.

 

Autore:

SAMANTHA BIALE, nutrizionista-diet coach e giornalista

 

Scarica il numero di Aprile 2017 de L’Attendibile:

MAL DI PRIMAVERA ADDIO
Mal di Primavera addio.

Irritabilità, fatica a mantenere la concen-trazione, umore ballerino, stanchezza immotivata e un pizzico di ansia. Non allarmatevi, il rimedio è a portata di mano, o meglio a portata di tavola.

 
 
 
 

 

 

In questo numero de l’Attendibile:

Una cena “bianco-latte” contro le notti in bianco!

Colpi di sonno di giorno e insonnia di notte? Non allarmatevi, è una normale reazione dell’organismo quando le temperature salgono ...
Leggi Tutto

Chi dorme poco ingrassa più facilmente!

Rispetto a chi dorme in media sette ore a notte, le persone che dormono meno ingrassano più facilmente. È quanto ...
Leggi Tutto

Bimbi più grassi e iperattivi se non rispettano le giuste ore di sonno

I pediatri raccomandano dodici ore di sonno a 18-36 mesi, undici ore di sonno per i bambini fino ai 5 ...
Leggi Tutto

Per dormire bene serve la cena giusta!

La battaglia per conquistare il riposo perfetto parte dalla cena ovvero l’ultimo pasto della giornata che il nostro organismo metabolizza ...
Leggi Tutto

Per chi è a dieta: formaggi freschi e lattuga

Siccome la carne è sconsigliata per le persone che hanno problemi con il sonno, i formaggi possono rappresentare un secondo ...
Leggi Tutto

Il latte prima di dormire: sonnifero naturale

Alzi la mano chi non ha mai fatto ricorso a una bella scodella di latte tiepido per prendere sonno! ...
Leggi Tutto
Condividi.

Commenti chiusi.