Latticini: quanti benefici per una bocca sana

0

Lavare i denti non basta per prevenire carie e parodontite. Studi dimostrano che il consumo di latticini apporta benefici alla salute della bocca.

Ecco cosa serve per avere denti sani e belli: spazzolino, dentifricio, collutorio… ma anche latte, yogurt e formaggi! Sì, perché per prevenire la carie e le infiammazioni del cavo orale, non basta una corretta igiene, ma si deve adottare anche una corretta alimentazione.

I latticini, per esempio, sono ottimi alleati per la salute della bocca e dei denti e si posizionano in prima fila nella battaglia contro la placca.

Prodotti lattiero-caseari: perché difendono i denti e la bocca

Sono molteplici le azioni di difesa del cavo orale che i latticini garantiscono:

• Apporto di calcio dall’effetto mineralizzante per lo smalto dentale
• Rivestimento dei denti con una patina protettiva
• Aumento del pH della placca dentale e contrasto dell’acidità nel cavo orale
• Inibizione della crescita di batteri patogeni
• Aumento della densità dell’osso alveolare

L’alto contenuto di calcio, fosforo e proteine dei prodotti lattiero-caseari contribuisce a formare e a dare solidità alla dentatura. Il calcio e il fosforo remineralizzano lo smalto contrastando l’erosione causata dagli acidi rilasciati da numerosi alimenti, quali ad esempio alcol, bibite zuccherate, snack salati.

Inoltre, la caseina, proteina del latte, inibisce l’insorgere della carie impedendo alla placca di aderire allo smalto dentale. Questa azione è rafforzata dal contributo dei grassi contenuti nei prodotti lattiero-caseari che formano una pellicola protettiva in difesa del dente.

Un’alimentazione ricca di carboidrati e zuccheri aumenta la concentrazione di glucosio, il quale a sua volta aumenta la proliferazione di batteri patogeni nella saliva. Al contrario, una dieta ricca di alimenti proteici come verdure e formaggi, aiuta a ridurre l’acidità e la demineralizzazione.

Caseine e probiotici: e il cavo orale ringrazia

Le caseine contenute nei prodotti lattiero-caseari aumentano i livelli di pH della placca dentale, prevenendo i danni causati dall’acidità (ad un pH maggiore di 5.5 corrisponde un minor rischio di carie), mentre i ceppi probiotici presenti nello yogurt, nel latte e nei formaggi fermentati riducono la proliferazione di batteri patogeni. Questa importante funzione è confermata da uno studio dell’Apple Tree Dental Hospital di Goyang, che ha dimostrato il ridursi dell’incidenza della parodontite nei soggetti che consumano regolarmente cibi ricchi di lactobacilli probiotici. Questi batteri buoni, infatti, riescono a riequilibrare la flora batterica orale e a ridurre la presenza di Streptococcus mutans salivare, uno dei principali responsabili della placca.

La protezione non riguarda solo il dente, ma anche la sua radice. Una ricerca danese ha evidenziato come una dieta ricca di prodotti lattiero-caseari sia associata ad una maggiore densità dell’osso alveolare, quello in cui è incastonata la radice del dente. Un constante consumo di latte, yogurt e formaggi diminuisce quindi il rischio di malattie paradontali che possono provocare fastidio, infiammazione e perfino la perdita dei denti.

È difficile resistere ai peccati di gola e alcuni dei cibi o delle bevande che più ci piacciono sono anche i più nocivi per la salute dei nostri denti. Rinunciare per fortuna non è necessario, basta utilizzare qualche piccola accortezza. Un bicchiere di vino bianco accompagnato da qualche boccone di buon formaggio, per esempio, aiuta a mantenere il nostro sorriso bello e sano.

Share.

Comments are closed.