Il calcio: conoscere per agire

0

Affinché i genitori possano assicurare la presenza di adeguati apporti di calcio nella dieta loro e dei loro figli, è però importante che essi conoscano questo nutriente.

In uno studio condotto negli USA che ha coinvolto quasi 350 genitori di ragazzi (di età compresa fra 10-13 anni, di etnie diverse), si è invece osservato che il livello complessivo di conoscenza sui temi relativi al calcio era modesto (1). In particolare, sebbene la maggior parte dei genitori fosse consapevole che il calcio è necessario per costruire ossa forti, essi avevano comunque conoscenze limitate sulle specifiche funzioni del calcio, sui livelli di assunzione raccomandati e sulle fonti alimentari di questo minerale.

E visto che genitori ed insegnanti rappresentano le prin-cipali fonti di informazione sul calcio per gli adolescenti (2), è evidente l’importanza di coinvolgere anche i primi in interventi che chiariscano le funzioni di questo minerale, le fonti alimentari e le quantità necessarie per soddisfare i fabbisogni, possibilmente con l’aiuto di immagini visive.

Infatti, tali immagini sono state indicate dai genitori come uno strumento particolarmente utile (1).

Soddisfare i fabbisogni

Le linee guida per una sana alimentazione italiana (MIPAF-INRAN rev.2003) consigliano nella giornata un consumo pari a 3 porzioni di latte o yogurt (da 125 grammi l’una) e 2-3 porzioni di formaggio alla settimana (da 50 grammi se stagionato e 100 grammi se fresco).

Questi alimenti rappresentano una fonte particolarmente importante di calcio non solo perché ne contengono notevoli quantità ma anche perché lo contengono in una forma facile da assorbire e da utilizzare.

Ma a quanto calcio corrispondono le suddette porzioni? Proviamo a calcolarlo con un esempio :

E’ chiaro che per totalizzare i livelli raccomandati è necessario prevedere anche altre fonti di calcio come i pesciolini che si mangianocon le lische o come i cavoli, la rucola o certe acque minerali.

Per coloro che hanno i fabbisogni più elevati, può essere opportuno prevedere quantità maggiori di latte e derivati: per esempio negli USA le raccomandazioni nutrizionali suggeriscono per i bambini al di sopra di 9 anni e per gli adolescenti il consumo di 3 porzioni – complessivamente pari a circa 730 grammi – di latte o yogurt parzialmente scremati al giorno più altri alimenti ricchi di calcio.

consumo-calcio

livelli-calcio

http://www.nichd.nih.gov/milk/

Bibliografia

1. Cluskey M. et al. Calcium knowledge, concern, and expectations for intake among par-ents of Asian, Hispanic, and Non-Hispanic white early adolescents. The Forum for family and consumer issues.

http://www.ncsu.edu/ffci/publications/2008/v13-n3-2008-winter/cluskey-auld-adlefsen-zaghloul-bock-bouskey-bruhn-goldberg-nisner-olson-reicks.php

2. Harel Z, Riggs S, Vaz R, White L, Menzies G: Adolescents and calcium: what they do and do not know and how much they consume. J Adolesc Health 22:225–228, 1998.

Autore: Carla Favaro

Comitato scientifico

Share.

Comments are closed.