Stress ossidativo? Difendiamoci con il latte

0

Il latte non è solo una delle principali fonti di calcio per il nostro organismo, ma un alimento utile nella lotta contro lo stress ossidativo. Ecco perché.

I l latte è un alimento naturale e salutare. Il calcio presente al suo interno è altamente biodisponibile e il suo assorbimento è rinforzato dalla presenza di altri minerali quali fosforo, vitamina D e alcuni amminoacidi (come lisina e arginina). Gli esperti ritengono che un solo bicchiere da 200 ml sia sufficiente a coprire il 30% del fabbisogno giornaliero di calcio di una donna di 30 anni e il 24% di quello di un bambino di 7 anni. Il calcio, fondamentale per la formazione e la salute delle ossa, interviene anche in molti altri ambiti: è necessario per la trasmissione degli impulsi nervosi e per consentire la contrazione dei muscoli (incluso il muscolo cardiaco), aiuta la coagulazione del sangue e la permeabilità delle membrane, collabora nella moltiplicazione e nella differenziazione delle cellule.

Il latte come fonte di difesa contro lo stress ossidativo

L’assunzione regolare di latte, secondo le dosi consigliate per coprire il fabbisogno giornaliero, garantisce un’azione protettiva nei confronti dello stress ossidativo, ovvero il risultato delle alterazioni prodotte dagli agenti ossidanti come i radicali liberi su tessuti, cellule e molecole del nostro organismo. Le conseguenze di queste alterazioni possono provocare patologie cardiache o cerebrali oppure accelerare lo sviluppo di quelle in corso. La conseguenza dello stress ossidativo più comune e lieve, ma pur sempre indesiderata, è però l’invecchiamento precoce della pelle. Risulta chiara, dunque, l’importanza di preservare i sistemi di difesa antiossidante e il ruolo che un alimento come il latte, con le sue qualità, assume in questa lotta.

Quali sono le sostanze contenute nel latte che meglio agiscono contro lo stress ossidativo?

  • Prima di tutto la vitamina A, che protegge i tessuti di organi e ghiandole, collabora alla salute e al buon funzionamento degli occhi, favorisce la crescita delle cellule e la difesa del sistema immunitario.
  • Oltre a questo, è bene sapere che la combinazione con il calcio rafforza l’efficacia della vitamina D nella prevenzione dell’osteoporosi (ottimizzando la mineralizzazione di ossa e denti) e nella prevenzione della sarcopenia, agendo come ormone nel trofismo muscolare.
  • Infine, la vitamina E protegge pelle, arterie, cuore e vasi sanguigni dall’invecchiamento precoce e stimola la secrezione degli ormoni sessuali mentre la vitamina K interviene nella coagulazione del sangue ed è un potente antiemorragico.

Gli impareggiabili benefici del latte

Il latte non è un alimento utile solo nella lotta contro lo stress ossidativo ma contiene nutrienti, vitamine e minerali che, singolarmente o in unione con altri alimenti, esaltano gli effetti positivi sulla salute del nostro corpo. Qualche esempio?
  • La vitamina B2, che partecipa al metabolismo di proteine, grassi e carboidrati e ci aiuta a trasformarli in energia.
  • La vitamina B12, che favorisce la crescita e la fertilità ed è essenziale anche per la formazione dei globuli rossi e il funzionamento del sistema nervoso.
  • Ultimo, ma non meno importante, il fosforo che facilita il rilascio dell’energia accumulata grazie al cibo e che, come il calcio, aiuta a mantenere forte e sana la struttura di ossa e denti.

Bassa densità energetica e alta densità nutrizionale

Il latte ha caratteristiche uniche anche dal punto di vista dell’apporto calorico. Un litro di latte scremato fornisce solamente 36 calorie, un litro di latte intero invece ne fornisce 64. Valori molto bassi considerando la significativa quantità e varietà di nutrienti in esso contenuti. Semaforo verde, dunque, al consumo del fabbisogno giornaliero di latte: contribuisce a restare in salute con le sue ottime qualità nutrizionali, aiuta a rimanere in forma con un basso apporto calorico ed è anche “amico” del portafoglio.
Share.

Comments are closed.