Quali probiotici per attivare il metabolismo?

0

Dallo studio delle comunità batteriche presenti nell’intestino, sono stati individuati specifici ceppi che, più di altri, promuovono gli effetti benefici di una dieta equilibrata. Uno studio randomizzato in doppio cieco e placebo controllato, pubblicato sull’European Journal of Clinical Nutrition, ha dimostrato che il Lactobacillus Gasseri promuove la perdita di peso e grasso addominale. I ricercatori nipponici hanno osservato che un consumo giornaliero, per dodici settimane, di latte fermentato con questo probiotico ha portato una riduzione del 3,3% del grasso sottocutaneo e del 4,6% di quello addominale. Con una perdita di peso dell’1,5% e una riduzione del girovita pari all’1,8%. Un altro studio, ancora più recente, ha confermato la stessa tesi, evidenziando che il consumo di latte fermentato con ceppi probiotici LG2055, per un periodo superiore alle dodici settimane, ha portato i soggetti obesi alla perdita dell’8% del peso corporeo. Diversi studi hanno riportato altri effetti positivi del Lactobacillus Gasseri come l’abbassamento del colesterolo, la riduzione dei sintomi della rinite allergica nei bambini e del dolore mestruale in caso di endometriosi. Tutt’ora oggetto di studio il possibile effetto come supporto nella cura contro l’Helicobacter pylori.

 

TRADIZIONALI E PROBIOTICI: L’UNIONE FA LA FORZA

Altamente digeribili e sazianti, tutti i latticini fermentati sono alleati preziosi per il ripristino di una buona flora batterica. Lo yogurt e gli altri latti fermentati svolgono un’azione disintossicante, antinfiammatoria e protettiva che nessun altro cibo può vantare.

Il consumo regolare consente un costante ‘ricambio’ dell’ecosistema intestinale perché migliora la microflora e limita le conseguenze dei processi fermentativi.

È stato dimostrato scientificamente che il Lactobacillus bulgaricus con cui è fatto lo yogurt produce ben tre sostanze con attività nei confronti di diverse specie batteriche.

Per la preparazione di latte fermentato, il Lactobacillus acidophilus è attualmente il più usato per il suo effetto ‘terapeutico’ e riequilibrante: grazie a due sostanze chiamate acidofillina e lactocidina, svolge infatti un ruolo antagonista verso specie microbiche dannose per l’organismo e contribuisce all’equilibrio dell’ecosistema intestinale.

 

PREBIOTICI CON GRADUALITÀ IN CASO DI COLON IRRITABILE

Oltre ai cibi fermentati e ai prodotti lattiero caseari probiotici, è importante mantenere e consolidare la flora batterica buona seguendo un’alimentazione ricca di prebiotici come mele, banane, kiwi, uva, frutti di bosco, verdura a foglia verde, cipolle e aglio, porri e cipollotti, riso integrale, semi di lino, mais, grano saraceno, legumi, mandorle, miele e zenzero che creano un ambiente favorevole. Purtroppo, molti di questi alimenti contengono oligosaccaridi che, nelle persone con colon irritabile, possono causare gonfiore addominale. Per questo, è importante incominciare a inserirli nella dieta abituale con gradualità.

 

Autore:

SAMANTHA BIALE, nutrizionista-diet coach e giornalista

 

Scarica il numero di Settembre 2017 de L’Attendibile:

CIBI FERMENTATI
I superpoteri dei cibi fermentati 

Yogurt, crauti, latte fermentato, birra, tempeh e Gorgonzola hanno in comune una caratteristica che li rende speciali per la salute: i fermenti lattici.
 
 
 
 
 
 

 
 

In questo numero de l’Attendibile:

I cibi fermentati sotto la lente

YOGURT La sua consistenza cremosa e il tipico sapore dolce e acidulo sono dovuti all’azione di fermenti lattici specifici (Lactobacillus ...
Leggi Tutto

Addio effetto yo-yo

Molte persone si sottopongono a diete drastiche, continuando a dimagrire e ingrassare svariate volte. Secondo uno studio dell’Istituto israeliano Weizmann, ...
Leggi Tutto

Quali probiotici per attivare il metabolismo?

Dallo studio delle comunità batteriche presenti nell’intestino, sono stati individuati specifici ceppi che, più di altri, promuovono gli effetti benefici ...
Leggi Tutto

Vive la différence!

Le osservazioni scientifiche mostrano che una persona magra e in forma possiede generalmente una microflora intestinale molto più ricca e ...
Leggi Tutto

La dieta probiotica, per dimagrire una volta per tutte

Il rapporto ideale tra batteri buoni e batteri indesiderati nell’intestino è indicativamente di 85:15. I batteri ‘buoni’, come il lactobacillus ...
Leggi Tutto

I super poteri dei cibi fermentati

Yogurt, crauti, latte fermentato, birra, tempeh e Gorgonzola hanno in comune una caratteristica che li rende speciali per la salute ...
Leggi Tutto
Condividi.

Commenti chiusi.