Idee “detox” per l’estate

0

L’alimentazione è un punto cardine anche per disintossicare l’organismo dalla nicotina e dagli effetti del fumo accumulati nel tempo. Ecco 4 proposte in linea con la stagione calda.

Scarica il numero di Giugno 2019 de Lattendibile

Per fare rifiorire la pelle colazione con yogurt e fragole

Il principale alleato contro i danni del fumo sulla pelle è la vitamina C, presente in elevate concentrazioni in ribes, fragole, kiwi e agrumi. Associare queste varietà allo yogurt bianco e al latte fermentato ricco di probiotici è una combinazione perfetta perché associa le virtù antiossidanti della vitamina C alle potenzialità rigeneranti sul microbioma dei fermenti lattici.  

Per la circolazione spuntino con un frullato di latte e mirtilli

I mirtilli e tutti i vegetali di colore viola, grazie alle antocianidine, rinvigoriscono il tessuto connettivo e rinforzano le pareti dei capillari indeboliti dal fumo e messi a dura prova dal calore del sole. L’aggiunta di latte rende più equilibrato il pasto, grazie alle proteine e ai grassi. Il latte non modifica in alcun modo l’assorbimento di tali composti.  

Per l’irritabilità pranzo con lattuga e formaggio

Tra i disturbi più fastidiosi lamentati da chi smette di fumare c’è l’irritabilità dovuta all’astinenza dalla nicotina e alla mancata gestualità. Una buona soluzione arriva dalla lattuga che esercita un effetto blandamente sedativo dovuto al lattucario cui si devono proprietà calmanti. Una ricca insalata verde con 100 g di formaggio fresco (ricco di calcio e triptofano dalle note proprietà rilassanti) e un cucchiaio di nocciole o mandorle tritate (ricche di magnesio e vitamina B6 dall’effetto antistress) è il pranzo ideale sotto l’ombrellone. Per attutire il deficit di nicotina, si possono aggiungere alla dieta abituale melanzane, peperoni, patate, pomodori e peperoncino ovvero vegetali appartenenti alla famiglia delle Solanacee, di cui fa parte anche la pianta di tabacco.  

Il formaggio salva i denti dalle insidie delle bevande gassate e dei ghiaccioli

In estate il consumo di bevande dolci, ghiaccioli e integratori energetici salini raggiunge il picco. Pochissime sono le persone che, dopo il consumo di tali prodotti, ricorrono allo spazzolino da denti o a un veloce risciacquo della bocca con semplice acqua. L’acidità orale, si sa, è un fattore di rischio fondamentale per l’erosione dei denti: un pH inferiore a 5,5 causa la progressiva disgregazione dello smalto cui si deve l’effetto protettivo primario. Il formaggio è tra i pochi cibi considerati protettivi poiché aumenta la salivazione che, di fatto, è il modo fisiologico dell’organismo per mantenere un adeguato livello di basicità orale, con conseguente azione antiacido sullo smalto. A questo si aggiunge l’azione di alcuni composti tipici del formaggio ricchi di calcio che, aderendo allo smalto, contribuiscono a difenderlo dall’azione destrutturante dell’acido. Lo ha rivelato uno studio pubblicato su General Dentistry che ha coinvolto 68 ragazzi tra 12 e i 15 anni, suddivisi in 3 gruppi, cui è stato misurato il pH della placca dentale prima e dopo aver consumato formaggio, latte o yogurt bianco naturale. Ogni partecipante ha mangiato il prodotto assegnato per tre minuti e poi si è sciacquato la bocca con acqua. I ricercatori hanno quindi misurato a tutti il livello di pH della bocca a distanza di 10, 20 e 30 minuti dopo il consumo. I risultati hanno mostrato che nei gruppi cui erano stati assegnati latte e yogurt il pH orale non era variato, mentre i soggetti che avevano mangiato il formaggio mostravano un rapido aumento del pH, ad ogni intervallo di tempo. Secondo i ricercatori, questo dato suggerisce che il formaggio ha effettive proprietà anti-carie. Non a caso, i dentisti consigliano a chi non ha la possibilità di lavarsi i denti subito dopo il pasto di masticare una gomma senza zucchero oppure mangiare un pezzo di formaggio stagionato per rallentare l’attacco degli acidi. Quanto appena detto vale per tutti, ma anche e soprattutto per chi pratica attività sportive di resistenza come bicicletta o corsa che, a seguito della respirazione attraverso la bocca, vanno incontro a una netta diminuzione della saliva, perdendo il prezioso effetto tampone sull’acidità. Se alla bocca asciutta tipica delle attività in estate si aggiunge il consumo di bevande energetiche, acide e zuccherine, la protezione dei denti scende ulteriormente. Il rischio è più elevato tra i giovani che hanno, fisiologicamente, uno smalto più poroso e, quindi, facilmente aggredibile dagli acidi. Un motivo in più per offrire una merenda di formaggio ai bimbi, sempre in movimento sotto il sole.

Autore:

SAMANTHA BIALE, nutrizionista-diet coach e giornalista

Scarica il numero di Giugno 2019 de Lattendibile

colazione
LATTE E FORMAGGI IN ESTATE: 3 MOTIVI PER FARNE IL PIENO Scopri le sorprendenti e molteplici virtù per la salute di latte e formaggi.

 

 

 

 

 

In questo numero de Lattendibile:

Latte e formaggi in estate: 3 motivi per farne il pieno

Latte e formaggi hanno molte virtù per la salute, alcune delle quali davvero sorprendenti. Per esempio, possono aiutare a smettere ...
Leggi Tutto

Idee “detox” per l’estate

L’alimentazione è un punto cardine anche per disintossicare l’organismo dalla nicotina e dagli effetti del fumo accumulati nel tempo. Ecco ...
Leggi Tutto

Latte: la bevanda superidratante per l’estate e gli sportivi

Quando fa molto caldo, tutti abbiamo bisogno di bere più acqua per scongiurare la disidratazione sempre in agguato. Sudorazione intensa ...
Leggi Tutto
Share.

Comments are closed.