Studi scientifici attestano che l’azione sinergica di probiotici e prebiotici può essere potenziata dalla matrice fermentata dei prodotti lattiero-caseari. Da qui l’importanza di un consumo combinato di yogurt e frutta.

Alimenti vegetali, frutta in particolare, e prodotti fermentati come lo yogurt, ricchi di prebiotici e probiotici possono rappresentare una strategia nutrizionale contro l’insorgenza di malattie croniche e neoplasie, tra queste il tumore del colon-retto. Recenti studi dimostrano che l’azione positiva di questi batteri vivi può essere ulteriormente potenziata dalla matrice fermentata dei prodotti lattiero-caseari a beneficio soprattutto del microbioma intestinale, cui garantirebbe maggior benessere, e dunque anche della funzionalità gastro-intestinale. Risultati di efficacia sembrano osservabili anche addizionando allo yogurt alcuni succhi di frutta.

 

I composti di yogurt e frutta

Da un lato antiossidanti, fibre prebiotiche e polifenoli forniti prevalentemente da frutta, dall’altro proteine del latte, calcio, magnesio, vitamina B-12, acido linoleico coniugato e diversi acidi grassi presenti nei prodotti lattiero caseari, specificatamente nello yogurt. Insieme contribuirebbero a svolgere una azione benefica, protettiva e preventiva a livello intestinale, favorendo la modulazione del metabolismo, stimolando il sistema immunitario, aumentando la varietà delle popolazioni microbiche buone.

 

Valore aggiunto del consumo combinato di frutta e yogurt? L’elevata presenza rispettivamente di prebiotici e probiotici, che potenzierebbe l’azione protettiva sul benessere intestinale. La conferma arriva da due recenti studi.

 

Frutta e yogurt: binomio di salute

Stando ai risultati emersi da studi prospettici di coorte, i prodotti lattiero-caseari fermentati sembrano confermarsi alimenti efficaci per la prevenzione e la gestione delle malattie cardiometaboliche. Stesse evidenze sarebbero attribuibili, secondo dati di studi randomizzati controllati, ai probiotici o all’integrazione probiotica aggiunta ai latticini e ai prodotti lattiero-caseari, anche in caso di somministrazione sotto forma di polvere o capsule.

 

È in sintesi la conclusione tratta dalle evidenze emerse da uno studio canadese, pubblicato su Advances in Nutrition, secondo cui il pool di sostanze fornite dalla frutta, la varietà di colture batteriche contenute nello yogurt, ma soprattutto la matrice alimentare fermentata, agiscono nel migliorare l’assorbimento e la digestione dei nutrienti.

 

Yogurt e frutta, insieme, potrebbero insomma fornire probiotici, prebiotici, proteine di alta qualità, acidi grassi e una miscela di vitamine e minerali dai potenziali effetti sinergici sulla salute. Il consumo di yogurt, infatti, contribuirebbe a ridurre l’aumento ponderale come pure l’incidenza di diabete di tipo 2, mentre la frutta sembra associarsi alla diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari.

 

Alla luce della benefica azione cardiometabolica di frutta e yogurt, e trattandosi oltretutto di alimenti che rientrano in uno stile dietetico sano, vi sono sufficienti premesse per indagare ulteriori possibili risultanze sull’intera salute derivante dal consumo combinato di questi due alimenti.

 

Lo studio greco

Ricercatori dell’Università di Salonicco hanno indagato gli effetti di composti fenolici derivanti da fonti commestibili, in particolare da succhi di frutta di mirtillo, aronia e uva, addizionati allo yogurt. Si è potuto osservare che i diversi succhi non hanno prodotto effetti importanti sul tasso di acidificazione del latte e sulle principali caratteristiche fisico-chimiche degli yogurt, di contro aumentando il contenuto fenolico totale dal 30% al 33% (per quanto concerne uva e aronia) e fino al 49% nel caso del mirtillo.

 

Risultati simili sono stati registrati anche per l’attività antiossidante e la sineresi in tutti gli yogurt, associata con molta probabilità all’esopolisaccaride dei fermenti lattici.

 

Infine lo studio ha dimostrato una conta vitale elevata dello Streptococcus thermophilus anche durante la conservazione, specialmente negli yogurt con succhi di frutta (>108 cellule g-1), quale possibile effetto prebiotico dei succhi. Vi sarebbe dunque indicazione per ritenere che i succhi di frutta di aronia, mirtillo e uva possono essere utilizzati nella produzione di yogurt per ottimizzare i benefici degli alimenti probiotici ad alto apporto di composti fenolici.

 

Possibili abbinamenti di yogurt e frutta

Nel rispetto della varietà della dieta, dei 5 colori della salute e della stagionalità degli alimenti, può essere suggerita la seguente “alleanza” fra frutta e yogurt e/o latti fermentati:

  • BIANCO: latti fermentati probiotici e mele ricche di pectina, fibra solubile a maggior capacità prebiotica, con buone quantità di acidi organici tra cui acido malico e citrico, che agiscono sul trofismo della flora batterica intestinale.
  • ROSSO: latti fermentati probiotici e melagrana che apporta polifenoli ad azione antiossidante, minerali e oligoelementi come potassio, manganese e zinco. Mentre i polisaccaridi contenuti svolgono un effetto probiotico stimolando la crescita di batteri benefici nel colon e dunque la preservazione di un buon stato di salute dell’intestino.
  • VERDE: latti fermentati probiotici e kiwi, frutto ricco di fibre e pectina con potere riequilibrante sull’intestino. Un consumo regolare di kiwi è in grado di aumenta la produzione di Lactobacillus rhamnosus e ridurre quella della Salmonella typhimurium.
  • GIALLO: latti fermentati probiotici e banana. Quest’ultima è tra le fonti più importanti di frutto-oligosaccaridi a catena corta (FOS) ad azione prebiotica.
  • VIOLA: latti fermentati probiotici e susine. L’alto tenore in sorbitolo, zucchero che esplica anche funzioni prebiotiche, favorisce le proprietà lassative del frutto. Il sorbitolo, inoltre, promuove l’attività della flora batterica intestinale e la produzione di acidi grassi a catena corta, che proteggono il colon riducendo il rischio oncologico.

 

Riferimenti:

Fernandez MA, Marette A. Potential health benefit of combining yogurt and fruits based on their probiotic and prebiotic properties. Adv Nutr, 2017, 8(1):155S-164S. doi: 10.3945/an.115.011114

Dimitrellou D, Solomakou N, Kokkinomagoulos E et al. Yogurts supplemented with juices from grapes and berries. Foods, 2020, 9(9):1158. doi: 10.3390/foods9091158